Care lettrici, è appena iniziato uno dei periodi più magici dell’anno… il Natale è in arrivo! Amate anche voi quest’atmosfera carica di attesa? Vi piacciono gli alberi addobbati, le decorazioni, le luci, le musichette a tema? Se, come me, siete emozionate per l’arrivo delle feste, ecco un’idea per fare il conto alla rovescia dei giorni che mancano al Natale: un calendario dell’avvento! Solitamente questi calendari sono composti da caselline dentro le quali si trovano cioccolatini o piccoli regali, io invece ve ne propongo uno un po’ speciale, fatto di piccoli gesti e pensieri gentili. Dopotutto, il vero spirito del Natale è questo, no? Per costruirlo vi serve un foglio di carta su cui stampare o ricopiare le frasi che trovate qui di seguito. Per renderlo più natalizio però potete trascriverle su un cartellone e decorarlo con disegni a tema! E naturalmente potete coinvolgere in questa attività tutta la famiglia! Buon divertimento… in attesa della notte più magica dell’anno! 1 dicembre: sorridi a tutti, ma proprio a tutti! 2 dicembre: se hai litigato con qualcuno, muovi tu il primo passo per fare pace. 3 dicembre: fai un complimento sincero a tre compagni/e di classe. 4 dicembre: prenditi una giornata intera lontano dagli schermi: via il computer, il cellulare, il tablet e la tv, vedrai che non è poi così male! 5 dicembre: proponiti per dare una mano ai tuoi genitori con qualche piccolo lavoro di casa, come portare giù la spazzatura o sparecchiare la tavola. 6 dicembre: scrivi un post-it gentile e lascialo in un luogo in cui molte persone possano leggerlo. 7 dicembre: guardati allo specchio e sorridi a te stessa: sei unica! 8 dicembre: aiuta un/una compagno/a di classe a fare i compiti. 9 dicembre: pensa a dei regalini di Natale fai-da-te, ancora meglio se usando materiali di recupero. 10 dicembre: aiuta qualcuno che ne ha bisogno. 11 dicembre: cedi il tuo posto in fila o sui mezzi pubblici. 12 dicembre: dai un abbraccio a chi vuoi, farà bene a entrambi! 13 dicembre: compra dei fiori e regalali a qualcuno che non se lo aspetta. 14 dicembre: di’ grazie a chi ti rende un servizio: a scuola, in pizzeria, ovunque! 15 dicembre: a ricreazione dividi la tua merenda con qualcuno che l’ha dimenticata a casa. 16 dicembre: regala qualcosa che non usi più. 17 dicembre: tieni aperta la porta per chi arriva dopo di te. 18 dicembre: se sei arrabbiata con qualcuno, analizza le cause del tuo rancore e impegnati per perdonare quella persona. 19 dicembre: offri compagnia a chi si sente solo. 20 dicembre: fai una passeggiata a contatto con la natura. 21 dicembre: fai un regalo a chi non se lo aspetta. 22 dicembre: prepara una torta e dividila con chi vuoi. 23 dicembre: trova un nuovo utilizzo per un oggetto che altrimenti andrebbe buttato. 24 dicembre: dai una mano a preparare la cena della vigilia o il pranzo di Natale. 25 dicembre: passa un Natale sereno con tutte le persone a cui vuoi bene!   Vivì
 
martedì 30 novembre 2021
Udite udite, amiche freddolose! È soprattutto a voi che ho pensato quando mi è venuta questa idea anti-freddo e anti-spreco: realizzare un caldo poncho fai-da-te riciclando una vecchia coperta! Non importa se non è del vostro colore preferito e non importa nemmeno se ha qualche buchino o qualche strappo, l’unica cosa che conta è che sia calda e che i vostri genitori vi diano il permesso di utilizzarla per trasformarla in un poncho. Ecco gli step da seguire:   Occorrente: coperta quadrata, forbici, matita da stoffa o gesso bianco, ago e filo.   1. Misurate una delle diagonali della coperta e individuate il centro, segnandolo con la matita.   2. A partire da quel punto misurate 15 cm sulla diagonale di destra e 15 cm sulla diagonale di sinistra, segnando un punto in corrispondenza di ciascuna estremità.   3. Con le forbici, incidete il segmento che va da un punto all’altro, passando per il centro.   4. Se la coperta è fatta di un materiale che si sfilaccia, chiedete a un adulto di aiutarvi a fermare i bordi del taglio con ago e filo.   5. Il gioco è fatto: infilate la testa nel taglio e il vostro poncho sarà pronto!   Io ne ho uno fatto così e in inverno lo indosso sempre per stare al calduccio facendo i compiti, leggendo o guardando un film!   A tutte voi, freddolose e non, un caldo abbraccio dalla vostra Pilla!
 
giovedì 25 novembre 2021
Carissime amiche, l’inverno è alle porte ma la moda… non va certo in letargo! Si può essere fashion anche imbacuccate in un giaccone e bardate con sciarpa e cappello, ve lo assicuro! Siete curiose di scoprire come? Non vi resta che dare un’occhiata a queste tendenze moda per l’autunno e l’inverno!   Sciarpone e cappelli di lana colorata Sono utilissimi per proteggersi dal freddo e se li abbinate coi colori giusti, possono dare un tocco super fashion a qualunque giaccone invernale!   Pantaloni a zampa Ebbene sì, ragazze, i pantaloni a zampa sono tornati! Via libera ai pantaloni che scendono stretti al ginocchio e poi si allargano alla caviglia. Ce n’è per tutti i gusti: di velluto o di jeans, a vita alta o bassa, più o meno “a zampa”… in ogni caso sarete sempre alla moda!   Maglioni ampi L’inverno è il regno dei soffici maglioni di lana: spazio ai modelli ampi, anche oversize, da portare sui leggings se sufficientemente lunghi a fare da vestito, o sui pantaloni a vita alta se corti a coprire a malapena l’ombelico.   Stivali Quando le temperature scendono sono la calzatura ideale e possono essere declinati in tantissime versioni: eleganti, sportivi, bassi, alti, con fibbie, imbottiti di pelo e persino in stile dopo-sci per tenere i vostri piedi al calduccio… con stile!   Giacche di jeans Per un look più sportivo, come alternativa alla solita felpa, potete provare a indossare una giacca di jeans. È perfetta da personalizzare con toppe e spillette, per essere sempre uniche!   Ora siete attrezzatissime per affrontare l’inverno in arrivo… senza rinunciare allo stile! Parola di Cocò!
 
martedì 23 novembre 2021
Care amiche, questo autunno ormai inoltrato mi rende un po’ nostalgica: mi sono tornate in mente tutte le fantastiche avventure che abbiamo vissuto nei Mondi Fantastici… Vi ricordate di Nubilaria? Di Mukashi Banashi? Di Fiorfiorito? Visitare i regni fatati e incontrare le creature magiche e misteriose che li popolano è stata un’esperienza davvero unica!   Ad Erin abbiamo conosciuto le Fate del Lago e le abbiamo aiutate a riportare la pace nel loro regno!     A Mukashi Banashi abbiamo ritrovato i fiori di loto, fondamentali per la sopravvivenza delle creature che abitano il Regno delle Nevi!     A Nubilaria abbiamo rotto l’incantesimo che aveva costretto le Fate Tessitrici a smettere di tessere le nuvole!     Ad Acquamarina abbiamo aiutato le Fate degli Oceani a ritrovare la Violamare, e con essa… la musica!     A Fiorfiorito abbiamo salvato le Rose Madri, necessarie a tenere in vita tutti i Regni Fantastici!     A Cristallia abbiamo sconfitto la malvagia creatura che minacciava di distruggere tutte le gemme preziose del regno!     A Stellaluce abbiamo salvato Cometa, la fata che governa l’armonia delle stelle e di tutti i pianeti!     E nell’ultima avventura abbiamo riattraversato tutti i Mondi Fantastici per recuperare le otto Perle Nere necessarie a sconfiggere lo Specchio del Caos!     Quanti bellissimi ricordi e quante emozioni… Ogni volta che mi viene nostalgia dei Mondi Fantastici corro a rileggere i libri in cui Tea Stilton ha raccontato le nostre avventure laggiù: per me è un po’ come rivivere quelle meravigliose esperienze! Se anche voi avete amato queste storie, ecco un regalo per voi: cliccate QUI per scaricare il gioco dei Regni delle Fate!   Vivì
 
giovedì 18 novembre 2021
Una delle mie attività preferite dell’inverno è pattinare sul ghiaccio. All’inizio può sembrare un po’ strano, ci si sente leggermente instabili e il rischio scivolone è dietro l’angolo, ma basta davvero poco per prendere confidenza con questo fantastico elemento. Dopo un bel po’ di allenamento, coi pattini si impara a volteggiare leggiadre, fare piroette e ballare vere e proprie coreografie, ma si può anche… giocare a hockey!!! In Europa non è uno sport molto diffuso, ma in America e in Canada va fortissimo! Sapete di cosa si tratta? Ecco delle info in più per chi di voi è curiosa e vorrebbe provarlo…   QUALCHE REGOLA…   Le partite di hockey su ghiaccio si svolgono con sei giocatori in campo, di cui uno è il portiere, ma le squadre di hockey di solito sono formate da circa venti elementi, che si danno frequentemente il cambio durante il gioco.   È un gioco dai ritmi molto intensi, pensate che ogni giocatore sta in campo per circa un minuto alla volta! Il cambio di tutti i giocatori è definito “cambio di linea”.   A differenza del pallone nel calcio, il disco utilizzato nell’hockey è piccolo e si sposta molto velocemente, cosa che rende spesso difficile agli spettatori seguire tutti i passaggi.   Un incontro di hockey su ghiaccio dura sessanta minuti. La durata del gioco è suddivisa in tre terzi da venti minuti ciascuno, con pause di quindici minuti. Il tempo viene fermato a ogni interruzione, momento in cui si verificano di solito le sostituzioni. Per questo motivo le partite durano spesso più di novanta minuti!   Al termine di ogni terzo è obbligatorio cambiare tutti i giocatori. Se dopo sessanta minuti la situazione è di pareggio, si passa ai tempi supplementari oppure ai tiri di rigore.   Quando l’arbitro fischia l’inizio della partita parte il cosiddetto ingaggio: l’arbitro porta il disco in corrispondenza del “cerchio d’ingaggio” e due giocatori se lo contendono cercando di prenderne possesso. L’ingaggio si verifica anche quando la partita riprende dopo un’interruzione. Gli altri giocatori rimangono al di fuori del cerchio e possono entrarvi solo quando l’ingaggio viene portato a termine.   Io e le mie amiche Tea Sisters abbiamo provato a fare qualche tiro ed è stato super divertente! Volete scoprire chi di noi ha fatto gol? Cliccate QUI per scaricare questo contenuto speciale e… giocare con noi!   Nicky
 
martedì 16 novembre 2021
Amicheee, tenetevi forte perché è in arrivo un’altra fantastica notizia: una nuova avventura firmata Tea Stilton vi aspetta in libreria! Si tratta di una storia emozionante, ambientata a New York durante le feste di Natale… Riuscite a immaginarne la magia??? Tra luci, alberi di Natale, addobbi e fiocchi di neve, il mistero vi aspetta con tanti indizi da mettere insieme per risolvere il caso insieme a noi! E per immergervi ancora meglio nel mood newyorkese ecco un’idea speciale: la ricetta della tipica colazione americana delle feste, a base di soffici frittelle. Sono perfette da gustare sfogliando la nostra nuova avventura!   Continuate a leggere per scoprire come fare…   Ingredienti: 180 g di farina integrale, 80 g di zucchero di canna, 200 ml di latte fresco, 1 uovo, 1/2 bustina di lievito per dolci.   1. Per prima cosa preparate la pastella: rompete in una ciotola l’uovo, unite lo zucchero e sbattete bene con una frusta fino a ottenere una crema bruna.     2. Aggiungete il latte a filo (versandolo a poco a poco), e continuate a sbattere con la frusta. 3. Setacciate la farina e il lievito e aggiungeteli alla crema. Fatelo lentamente, in modo da non creare grumi, sempre mescolando bene con la frusta.   4. Ungete un pentolino con del burro o un cucchiaino d’olio di semi e mettetelo a scaldare.   5. Con l’aiuto di un adulto, versate un mestolo di pastella nel pentolino caldo. Deve allargarsi bene. 6. Quando sulla superficie inizieranno a comparire delle bollicine, girate il pancake con l’aiuto di una paletta. Lasciatelo cuocere tre minuti anche sull’altro lato, mettetelo su un piattino e procedete con un altro mestolo di pastella, fino a esaurirla. 7. Impilate i pancake ancora caldi e portateli in tavola. Potete accompagnarli con miele, marmellata, frutta fresca... insomma    Un abbraccio dalle vostre amiche Tea Sisters!
 
giovedì 11 novembre 2021
Care ragazze, la nostra avventura negli abissi è stata davvero emozionante! Il mondo sottomarino è un universo di creature interessantissime e misteriose che noi abbiamo avuto la fortuna di vedere e imparare a conoscere… Oltre alle tante varietà di pesci e ai grandi mammiferi acquatici come i delfini o le balene, anche le creature apparentemente più semplici che vivono sott’acqua sfruttano dei meccanismi complessi e meravigliosi. Scopriamo insieme qualche curiosità su di loro!   CORALLI Il corallo è formato da migliaia di minuscoli polpi che si radunano in colonie e si nutrono di plancton.     Vicino ai coralli spesso si trovano gli anemoni di mare, tra i cui tentacoli trovano riparo i pesci pagliaccio!   ANEMONI Che meraviglia questi organismi! Parenti dei coralli, appartengono alla grande famiglia delle Attinie e sono molto vari sia per le dimensioni sia per i colori che possono assumere. L’anemone viola per esempio è un predatore agguerrito, che aspetta il passaggio di qual­che pesce da catturare con i suoi tentacoli urticanti.   POMODORI DI MARE I pomodori di mare si nutrono di piccoli pesci e crostacei, catturandoli con gli oltre duecento tentacoli che formano la loro corolla.   Il mondo subacqueo è davvero unico! Se anche voi siete affascinate dagli abissi e dai loro misteri, cliccate QUI e scaricate questo contenuto speciale: uno sfondo per il vostro computer a tema… sottomarino!
 
AccediRegistratiPer rimanere aggiornato sulle
novità delle Tea Sisters e accedere a tanti
contenuti esclusivi!