I pomeriggi autunnali come quelli di questi giorni sono l’ideale per passare un po’ di tempo insieme alle amiche davanti a una tazza di tè caldo. E oggi ho avuto un’idea per rendere speciale l’atmosfera della nostra merenda!

 

Ultimamente, infatti, ho notato che Nicky non vede l’ora che questa pioggia insistente smetta per poter stare di nuovo all’aria aperta e fare lunghe passeggiate nel bosco. Per questo ho pensato a un modo divertente per farla sentire più vicina alla natura… e portare il bosco nelle nostre stanze!

 

Ho deciso di decorare il tavolo della merenda con qualche CANDELA FLOREALE e poi di regalarne una ad ognuna delle mie amiche: così, ogni volta che pioverà, potranno accenderla e rilassarsi immaginando di essere immerse nelle natura! Volete scoprire come ho fatto a creare le mie candele? Seguite questi passaggi!

 

COSA SERVE: fiori secchi pressati, candele di varie forme, candele usate, un pentolino, un pennello, paraffina.

 

COME SI FA:

 

1. Chiedete a un adulto di mettere nel pentolino le candele usate e di farle sciogliere a fuoco basso.

candle1

 

2. Sempre con l’aiuto di un adulto, spennellate con la cera calda così ottenuta la superficie di un’altra candela (se ne scegliete una profumata con un’essenza naturale l’atmosfera finale sarà davvero unica!)

candle2

 

3. Mentre la cera è ancora calda, appiccicate i fiori secchi sulla candela: fate attenzione a non scottarvi!

candle3

 

4. Chiedete a un adulto di sciogliere la paraffina. Fatela raffreddare per 2 minuti, poi prendete la candela per lo stoppino e immergetela nella paraffina, per ricoprire i fiori di un velo sottile e trasparente che li proteggerà a lungo!

candle4

 

 
5. Fate asciugare bene e… ecco pronte le vostre candele floreali! 

 

candle5

 

Che cosa ne dite, vi piace la mia idea?

 

Un abbraccio a tutte,
Violet

 

2 commenti per “Una candela… floreale!”

  1. matisse scrive:

    SONO FANTASTUPENDE!! BRAVA VIVI’!!!!!!!!

  2. amicadelcuore scrive:

    Mi sono appena iscritta! BELLISSIME,CLASSICHE e ORIGINALI, Vivì!



Facci sapere cosa pensi di questo post lasciandoci un commento: